Navigation Menu+

Adottati e felici

Luna Tarta

17 Gennaio 2019

Trixie, Luna Tarta e Belen vengono dalla stessa colonia felina. Purtroppo sono risultate Felv+, quindi non avrebbero più potuto vivere in strada, col rischio di infettare altri gatti…e quindi eccole accolte allo Scudo di Pan, nel nostro apposito recinto.

1 Marzo 2021

Luna Tarta è la nostra tricolore tartarugata canterina. E’ una gattina molto affettuosa, sempre in cerca di carezze e sempre pronta a dimostrare riconoscenza con i suoi “pru” e “pri”, stiamo ancora cercando di codificare tutte le cose che abbia da dire, ma il lavoro è molto lungo, per il momento ci limitiamo ad accontentarci di aver capito che esprime riconoscenza… Luna Tarta meriterebbe tanto una casa e una famiglia cui poter raccontare tutte le cose che ha da dire.

Venite a conoscerla nel nostro recinto Felvini!

17 Luglio 2021

Luna Tarta ce l’ha fatta, ha trovato la sua famiglia speciale e ci ha salutati tutti commossi di gioia!

Per noi è sempre una gioia doppia quando un gatto Felv+ trova una famiglia, perché vuol dire che siamo riusciti a spiegare bene cosa sia la malattia, cosa possa togliere (tempo, tanto, poco, è incerto) e cosa certamente dia (un rapporto fortissimo, indissolubile, la gioia, la forza e la serenità di sapere di aver fatto qualcosa di importante per una creatura), e siamo riusciti a far conoscere un micio speciale ad una persona altrettanto speciale. E’ impossibile non innamorarsi di Luna Tarta, ma a volte può capitare che non ce la si senta di conoscerli, che l’opzione di conoscere un gatto Felv la si escluda a priori, a volte può capitare che, una volta conosciuta ed innamoratisi di lei, subentrino tante paure, ansie, preoccupazioni. Questa volta no, Luna Tarta ha trovato chi ha voluto sceglierla come compagna per tutto il tempo che sarà possibile, vivendo ogni giorno come un dono, un’emozione, un ricordo che resterà indelebile nella memoria della sua nuova famiglia.

Chiediamo a tutti i nostri ospiti e sostenitori di prendersi un minuto per conoscere anche i gatti Felv, di conoscere la malattia, chiedere a noi, ai veterinari, mettere tutto in prospettiva e pensare alla fine a cosa possono darci i nostri amici e cosa noi possiamo dare loro, cosa la malattia potrà toglierci ma anche cosa ci darà di certo, e l’emozione di aver fatto un gesto non da tutti, di aver dato un’occasione a chi probabilmente non ne avrebbe avuta un’altra, non è una cosa facile da descrivere né da misurare.

Luna Tarta nella sua nuova famiglia ha anche altri gatti, Felv e sani vaccinati, che da anni vivono insieme senza nessun problema, senza contagi, come una bellissima famiglia, di cui adesso fa parte anche lei.

Buona nuova vita Luna Tarta, te la sei meritata!

 

 

“Mbeh, che c’è?”

Luna Tarta. Finalmente Casa

Teddy (Bear)

Teddy (Bear) Fiv+. Abbiamo dato a questo gattone questo nome perché sarà un meraviglioso futuro orsacchiotto. E’ arrivato da noi dalla strada in brutte condizioni, con un tumore che aveva attaccato le orecchie bianche (fate attenzione ai gatti con le orecchie chiare, se escono di casa al sole, proteggetele con la protezione solare) che sono state operate grazie all’aiuto di chi ce lo ha portato e soprattutto della dottoressa Landini. Adesso è in convalescenza, e che convalescenza (!) in infermeria, in attesa di essere perfettamente pronto per andare a trovare i suoi nuovi amici nel recinto Fiv (leggi qui per sapere di cosa si tratta), dove speriamo possa rimanere il meno possibile perché troverà la sua famiglia speciale che lo porterà a casa con sé. Teddy ha un carattere meraviglioso, è docile ed affettuoso e tollera di tutto.

Venite a conoscerlo al rifugio. Chiamate la nostra responsabile adozioni Patrizia, 335251121

Così procede la convalescenza di Teddy, 400cc di coccole ogni mezz’ora.

Teddy ha finito la convalescenza in infereria, rimossi i punti e ora è tornato a godersi i primi giorni di sole. Con la protezione solare sulle cicatrici!

Ugo

Beh, Ugo non è proprio il più fotogenico dei gattini, sarà difficile che qualcuno si innamori di lui dalle sue foto, sarà impossibile che qualcuno non si innamori di lui conoscendolo. Ugo è uno dei gatti più dolci e affettuosi che siano passati allo Scudo di Pan, venite a conoscerlo e vi renderete conto che l’aspetto non è importante, è importante quello che Ugo può darvi.

La sua storia è misteriosa, Ugo è arrivato da noi già in queste condizioni difficili, probabilmente vittima di un incidente, è stato visitato dai nostri veterinari ed è risultato Fiv positivo (leggi qui per sapere di cosa si tratta), ha perso un occhietto, ma l’altro funziona, Ugo vi vedrà da lontano per chiedervi di coccolarlo e trascorrere del tempo con lui; la mandibola fratturata si è ormai calcificata, e Ugo farà sempre la linguaccia, ma mangia correttamente senza problemi e sta aspettando che la sua nuova famiglia venga a conoscerlo.

15 maggio 2021

Eh sì, ce l’abbiamo fatta, o meglio ce l’ha fatta!!!Ugo, il nostro bellissimo simpaticissimo, e dolcissimo, gattino sfortunato se l’è costruita da solo la sua fortuna: si è fatto conoscere, è bastato questo. Era impossibile non innamorarsi di un gattino tanto dolce e tanto meritevole di trovare la sua casa e la sua famiglia. Ugo ce l’ha fatta e da oggi ha la sua bellissima famiglia e la sua bellissima casa! Buona vita Ugo!

Eva

1 Aprile 2021

Eva è arrivata da noi in una situazione di rischio dovuta ad una gravidanza andata male, ha avuto le sue importanti cure veterinarie con cui è stata anche sterilizzata ed ha iniziato la sua convalescenza. Non sarà lunghissima, Eva è giovane e si rimetterà in forze molto rapidamente. E’ dolcissima, coccolona, e testata negativa sia alla Fiv che alla Felv, pronta a iniziare la sua nuova vita con una bella famiglia nella sua bella casa. Eva (Kant) è la nostra gattina mascherata che assomiglia tanto alla piccola Grumpy Cat, ma senza espressione imbronciata. Venite a conoscerla, magari è lei la vostra gatta speciale e siete voi la sua famiglia perfetta.

20 Aprile 2021

Oggi Eva è stata adottata, ha trovato una casa da condividere con altri gatti e una famiglia stupenda! Sta molto meglio, pronta per iniziare una nuova vita

Agata

17 Novembre 2019

Agata ha avuto una casa un tempo. Per questo è una micia dal bellissimo carattere, molto dolce e coccolona.
Purtroppo ad un certo punto è finita per strada, in una colonia, e, sottoposta a visita medica, è risultata Felv+ (leggi qui per sapere di cosa si tratta).
Agata è una gattina meravigliosa, che merita una casa ed è PRONTA per dare ancora amore a chi avrà possibiltà e volontà di dargliene altrettanto.

7 Marzo 2021

La nostra splendida Agata ha trovato il modo di festeggiare l’8 Marzo a casa, con la sua nuova famiglia. Agata ha trovato oggi i suoi amici speciali: mentre la stavano guardando da fuori dal recinto li ha chiamati, li ha fatti entrare, li ha abbracciati e non li ha lasciati più. Oggi allo Scudo di Pan abbiamo potuto conoscere altre due persone straordinarie dal cuore grande che hanno compreso esattamente cosa sia la Felv, hanno condiviso che una malattia potrebbe anche rendere meno lungo il rapporto di amore con un gatto, ma non lo rende certo meno intenso e profondo, al contrario. Agata ha trovato chi nel legame immediato che si è creato con lei ha scelto di portarla con sé e regalarle ogni singolo giorno come se potesse essere l’ultimo, e lei ha già dimostrato di saper ricambiare un gesto d’amore tanto grande.

Non fatevi spaventare dalla Felv, i gatti Felv hanno un’aspettativa di vita un po’ più breve di quelli sani; sono soggetti come i sani a disgrazie o sventure e come i sani vivono più a lungo e più in salute in una casa con la loro famiglia che al rifugio. Un gattile, pur con tutti i comfort possibili e con l’inesauribile impegno dei volontari, non può mai essere una casa con una famiglia, da un punto di vista affettivo, “climatico” e anche come possibilità di controllo immediato delle condizioni di salute. Adottare un gatto Felv è un immenso gesto di generosità, non è scontato essere pronti a una scelta del genere e quando avviene è una festa, di gioia e commozione. Pensateci, prendetevi un momento, quando volete adottare un gatto, a conoscere anche i gatti Felv, potreste trovare il gatto che scelga voi, così come ha fatto Agata, che ricompenserà la vostra generosità con tutto il suo amore. Ciao Agata, buona vita con la tua nuova splendida famiglia.

“Eccomi qui nella mia nuova bellissima casa tutta per me. Ciao volontari e grazie,  per favore trovare una casa e una famiglia così belle anche a tutti i miei amici Felv del recinto che è stata casa mia per più di un anno: Dora, Trixie, Luna Tarta, Romeo, Orso, Lapis, Boris, Mimì, Ross, Titti, Taylor.”

Selvaggia

 

22 Gennaio 2018

Selvaggia arriva allo Scudo di Pan oramai diverso tempo fa. Non è sola: arriva assieme ai suoi micetti e viene accolta nella speranza di riuscire a far adottare TUTTI loro. Le cose non vanno così. E’ facile per una famiglia decidere di portar via un cucciolo batuffoloso, meno facile che scelga invece una micia adulta e, diciamolo, un po’ diffidente. Così Selvaggia rimane al rifugio, mentre tutti i suoi micini trovano casa, ed il suo nome diventa un po’ il suo carattere: un po’ schivo, all’inizio, ma che si è addolcito piano piano, grazie alla costanza e alla pazienza dei nostri volontari, fino a tramutarla in una gatta mammona (come si evince dalle foto con la sua mamma adottiva/super-volontaria Patrizia).

 

14 Marzo 2021

Adottata! Selvaggia ha finalmente trovato la sua famiglia perfetta.

La piccola Selvaggia è uno dei nostri “successi” più grandi, una gattina inizialmente ben più che diffidente che siamo riusciti con tanta pazienza, coccole, attenzioni, a far crescere come una splendida gattina affettuosa e socievole e pronta per la propria famiglia. Era passato qualche anno, non è più una cucciola e non sapevamo se sperarci più, e invece oggi 14 marzo 2020, la sua bellissima nuova famiglia è venuta a cercarla e l’ha portata nella sua nuova casa dove starà benissimo. Ciao Selvaggia, buona vita!

“Ciao a tutti, sono Selvaggia e sono finalmente nella mia nuova casa nella mia nuova splendida famiglia. A saperlo, che si stava così, col cavolo che mi sarei fatta dare il nome Selvaggia…”

Selvaggia se n’è andata a casetta sua, ricordando di portare con sé il premio di nome meno azzeccato della storia, ma se l’era fatto mettere lei, eh!!!Noi non c’entriamo.