Questa è una bella storia di Natale che vogliamo donarvi oggi, ma come spesso accade ai nostri amici animali ha un inizio triste…

C’era una volta, pochissimo tempo fa, in provincia di Roma, una cagnolina giovane e allegra, nata randagia, pardon… libera, che giocava e correva felice sulle strade. Un brutto giorno una macchina veloce la colpì, nessuno si fermò a soccorerla, lasciandola ferita sul bordo della strada…
Qualcuno la trovò accasciata e la portò in canile, ma nessuno la cercò reclamandone la proprietà.
La cagnolina aveva riportato  un grave danno alla parte posteriore del corpo e non correva più, anzi non riusciva nemmeno più ad alzarsi per camminare!
Le zampine posteriori erano state compromesse la piccola, a soli 9 mesi di vita, diventò disabile.
Trascorse un tristissimo periodo abbandonata nel box di un canile e la cagnolina, non potendo più camminare, si riempì di piaghe sulle pelle; in breve tempo una zampina, sempre trascinata e martoriata, fece infezione e furono costretti ad amputarla.

Ma ecco che un giorno qualcuno si accorge di questa povera creatura e si commuove alla vista del suo musino pieno di speranza. Sono volontari, è la salvezza! La portano in una clinica, dove le sue piaghe vengono curate e si rimarginano. Nellì finalmente torna alla vita, con una gran voglia di giocare e amare. Ma resta pur sempre disabile, lei non comprende cosa questo significa, e sorride felice a chiunque le si avvicini.
I volontari che l’hanno salvata la riempiono di coccole e d’amore, ma adesso sono preoccupati perché non sanno dove portarla e la piccola Nellì non può vivere per sempre in una gabbia…. tanto meno può tornare in canile, dove ricomincerebbe il suo tormento.

Nellì ha bisogno e merita una vera adozione, cosa non semplice per un cane disabile, ma nemmeno impossibile!
Gli animali disabili sono creature dolcissime, piene di amore e gratitudine, e possono essere dotati di un carrellino apposito per muoversi veloci e uscire in passeggiata. Chi adotta un  cagnolino disabile compie un gesto di vero amore e rispetto per la vita delle creature più sfortunate.
Questo i volontari lo sanno, e pieni di speranza si mettono alla ricerca di un’adozione del cuore per questa dolce e sfortunata cagnolina, o almeno di uno stallo in una struttura protetta che possa accudirla nella maniera migliore fino ad un’adozione definitiva.
Fanno una ricerca su internet e trovano Lo Scudo di Pan!

Noi in quei giorni siamo mesti perché ci ha appena lasciato Flippo Lippo, la nostra mascotte, il nostro storico amico disabile, che ha passato gran parte della sua vita su un carrellino ma è sempre stato felice e amatissimo sulle sue rotelline…. Ci sembra un segno del cielo, non dobbiamo fermarci davanti al dolore, ma continuare a dare speranza agli animali più sfortunati!
Prontamente accogliamo Nellì, nel posto occupato fino a pochi giorni prima da Flippo Lippo, e gli altri cani disabili la accettano senza problemi. Siamo felici di dare una mano alla dolce Nellì, e nel frattempo i volontari stanno cercando per lei una vera famiglia adottiva. Passano solo 15 giorni ed ecco la meravigliosa notizia in cui tutti speravamo: si è fatta avanti per la sua adozione una fisioterapista veterinaria dalla provincia di Bologna!
Che colpo di fortuna, non solo una vera “mamma” per Nellì, ma anche un’esperta veterinaria che potrà occuparsi della sua riabilitazione!

Nellì adesso è felice nella sua nuova famiglia, grazie alla bontà dei volontari che l’hanno salvata e restituita alla vita.
Noi le auguriamo ogni bene e che sia soprattutto felice. Buona fortuna Nellì, che sei passata sullo Scudo di Pan veloce come una stella cometa!

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com