Lo Scudo di Pan è nuovamente intervenuto per aiutare una creatura pelosa in seria difficoltà. Questa volta a richiedere il nostro intervento sono state le maestre dell’asilo nido di San Leo di Arezzo.
Da alcuni giorni una giovane gattina era salita sul tetto dell’asilo nido, lanciandosi dal ramo di un gigantesco leccio, ma senza essere poi capace di ritornare sui propri passi o di tentare di saltare dal tetto stesso, alto circa cinque metri.
Già lunedì scorso, 9 gennaio, erano intervenuti i vigili del fuoco di Arezzo, i quali sono saliti sul tetto con le loro lunghe scale, ma una volta in cima la gattina non si è lasciata prendere, portandosi al centro dello stesso. Il vigile soccorritore ha desistito dal portarsi pure lui al centro, ritenendo la struttura non idonea a sopportare il peso di una persona.
Questo è quanto hanno raccontato le maestre alla nostra Maria Pia Giommetti, intervenuta il pomeriggio successivo, martedì 10 gennaio, assieme agli scudieri Andrea Legnani e Mauro Giommetti. Salita sul tetto, e constatata lei stessa la non affidabilità del centro di questo, ha cercato di conquistarsi la fiducia della gattina con bocconcini prelibati, ma restando sulla parte perimetrale.
Nonostante la bestiola fosse digiuna da vari giorni, non si è avvicinata. Non è rimasto che mettere una gabbia a scatto con i bocconcini all’interno della stessa, nella speranza che la fame avesse la prevalenza sulla paura.
Trascorso tutto il mercoledì e la mattina del giovedì senza che le maestre ci chiamassero per darci la lieta notizia della cattura, Maria Pia e Mauro hanno tentato il tutto per tutto. Maria Pia è salita di nuovo sul tetto. La gattina, accortasi dell’ intrusione, si è portata subito al centro benchè debilitata da un lunghissimo digiuno.
Con una buona dose di incoscienza e coraggio, la soccorritrice si è avvicinata molto lentamente, sia per non spaventarla, sia per saggiare passo dopo passo la resistenza del tetto. Quindi ha afferrato la creatura, stremata, portandola così in salvo.
La gattina, che indossa un collarino, è stata rilasciata nel giardino pubblico intorno all’asilo nido, libera di tornare alla sua casa, dalla quale si era incautamente allontanata.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com