Ancora i Carabinieri sul cammino de Lo Scudo di Pan! Questa volta la scena si svolge in località Giuliano, comune di Subbiano (AR), dove un Maresciallo e due appuntati sequestrano quattro animali su ordine del Tribunale di Arezzo. Si tratta di tre cani e di un somarello, tenuti in uno stretto recinto e dentro una baracca fatiscente, con tozzi di pane ammuffito in terra e acqua marcita in un secchio. Dei tre cani, due sono di taglia grande (un rotwailer e un maremmano) e una di taglia piccola.

I due più grandi vengono portati al canile ENPA di San Piero in Frassino (Bibbiena), la piccolina viene affidata subito a una volontaria de Lo Scudo di Pan, presente all’operazione di sequestro. Così la casa-rifugio apre la porta a questa cucciola di neppure un anno, dalla pancia gonfia per la denutrizione, con la coda tra le gambe e dallo sguardo spaventato. Ma le sono bastate poche ore per capire che la sua vita, da quel giorno, sarebbe cambiata radicalmente e dalla gioia ha cominciato a girare su se stessa e a saltellare senza sosta: da qui il nome di “Trottolina”, Trotty per gli amici. E di amici ne ha tanti ora, oltre agli ospiti della casa-rifugio.
Trottolina ora è un cane felice, molto felice. Gli altri animali sequestrati a Giuliano hanno avuto storie diverse: il rotwailer è morto poco dopo nel canile per un tumore, conseguenza della vita di stenti vissuta in tanti anni di prigionia; il maremmano è stato adottato da una signora di Subbiano e ora abita in collina, assieme a tanti altri cani e gatti; anche il somarello sta bene, vive in una fattoria assieme ad altri suoi simili. Se l’è cavata male invece la persona che deteneva questi animali in condizioni disumane: gli è stata comminata una multa salatissima ed è stato diffidato dal prendere altri animali.

trottolina

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com