Addio Rupert, ti auguriamo tante carezze oltre il ponte dell’arcobaleno, dove sei volato nel gennaio 2017.

Rupert proviene da Foggia. E’ un lungo viaggio fino ad Arezzo e allo Scudo di Pan, ma la sua triste storia giustifica la sua presenza nel nostro rifugio. Rupert è un sopravvissuto… è stato trovato con i polpastrelli di tutte e quattro le zampe bruciate dall’acido, messo appositamente da qualche disgraziato per convincerlo a sparire dal luogo dove andava a cercare cibo!
Trovato da brave persone, è stato salvato e curato. Gli hanno cercato casa a lungo, ma lo sfortunato micio è risultato positivo alla felv e nessuno lo ha voluto…
Ha un carattere buono ma è un po’ pauroso e schivo, provato dalla crudeltà a cui è stato sottoposto. Il povero Rupert al momento non è adottabile in casa, ma solo con adozione a distanza.
Vuoi essere tu a fargli cambiare idea sugli esseri umani?
rupert

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com