Le conseguenze del sisma che ha colpito il Centro Italia la scorsa estate hanno commosso tutti noi, e sollevato una meravigliosa ondata di solidarietà: tornano facilmente alla memoria le immagini delle antiche chiese sventrate, dei centri storici rasi al suolo, di tante famiglie private, da un momento all’altro, dell’affetto dei loro cari, della sicurezza, del calore e della protezione di una casa. Penna è uno dei tanti animali che sono stati soccorsi dalle guardie zoofile dell’OIPA durante i giorni dell’emergenza: è arrivata al rifugio alla fine dell’estate e le analisi hanno confermato la positività alla Felv. Gatta amatriciana, le è stato ovviamente dato il nome di “Penna”, il tipo di pasta più adatto al condimento caratteristico di Amatrice, sua terra natia. 
Nelle foto Penna è con la sua amica Guendalina.

 

 

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com