16 ottobre 2009
Lo Scudo di Pan viene a conoscere, tramite giro di e-mail, la situazione che sta vivendo Monika, una donna di Vico Pisano che ha deciso di donare tutto, in primis la sua vita, agli animali.Essendosi sparsa la voce del suo amore smisurato per loro, anzichè aiutarla, molti si sono recati presso la sua abitazione ed hanno cominciato ad abbandonare davanti al suo cancello cani e gatti di ogni genere, cuccioli e adulti, sani e malati, legandoli con delle corde o lasciandoli dentro degli scatoloni.Lei non ha mai negato aiuto a nessuno, fino ad arrivare a spendere tutto lo stipendio per cibo e cure mediche. Ovviamente nessun aiuto… e ovviamente arrivare a fine mese ormai è diventato quasi impossibile così chiede aiuto addirittura per strada… si fa mancare tante cose, ma ai suoi piccoli amici non vuole che manchi nulla!

Leggete l’intero articolo su http://www.gattopoli.it/news/pisa-fa-lelemosina-per-sfamare-100-gatti-e-40-cani.html

Lo scudo di Pan in aiuto di Monika

Domenica 25 ottobre 2009
Lo Scudo di Pan ha effettuato la sua prima raccolta alimentare presso il superdiscount TODIS di Arezzo. Numerosi “Soci Volontari”si sono alternati, dalle ore 8,30 alle ore 20, per collaborare al successo di questa iniziativa che ci ha riempito di soddisfazione, sia per le buone parole ricevute dai clienti del discount, sia per il volume di cibo che ci è stato da loro donato.Il cibo raccolto verrà a sua volta da noi donato alla signora Monika la quale sta ospitando nella sua casa di campagna, in provincia di Pisa, circa 100 gatti e 40 cani, tutti raccolti dalla strada e da lei mantenuti, con le sue sole forze. La signora in questione negli anni ha speso tutti i suoi averi ed ora è costretta a chiedere per strada l’elemosina per poter continuare a mantenere i suoi animali, che non vuole assolutamente abbandonare.Altre associazioni animaliste si sono già attivate o si stanno muovendo per raccogliere fondi alimentari o in denaro per portare aiuto a questa donna coraggiosa, tra l’altro non più giovane, e permetterle di continuare la sua meritoria lotta contro il randagismo.
Lo Scudo di Pan ringrazia il direttore del superdiscount TODIS per averci ospitato con grande cortesia e disponibilità.

Lo scudo di Pan in aiuto di Monika
9 novembre 2009
Ecco l’esito della consegna di numerose coperte e di circa 3 quintali di cibo per cani e gatti che Lo Scudo di Pan ha effettuato ieri, domenica 08 novembre, alla signora Monika di Lugnano, comune di Vico Pisano. Strada facendo ci si chiedeva se effettivamente la signora Monika era in gravi difficoltà, come ci era stato segnalato con il passaparola da altre Associazioni Animaliste, segnalazione che ci aveva indotto a fare la prima “raccolta alimentare” per animali nella storia della nostra piccola Associazione, raccolta effettuata presso il superdiscount TODIS di Arezzo e che aveva avuto un lusinghiero successo.Arrivati a Lugnano, ci si presenta la prima difficoltà: il furgone non può inerpicarsi fino alla casa di Monika, che si trova a metà costa di una collina e che per arrivarci c’è solo un sentiero con strettissime curve a gomito.
Monika scende con la sua vecchissima (e sgangherata) Opel, e cominciamo così il trasbordo della merce, fatto sotto una pioggia fastidiosa. Occorreranno ben quattro viaggi per portare il tutto a destinazione.
Lo scudo di Pan in aiuto di Monika
In ultimo saliamo anche noi per vedere come stanno i suoi animali. La casa non è molto grande, ma vi sono un paio di “sgabuzzini” fatiscenti, anch’essi angusti e poco spaziosi, dove comunque siamo riusciti ad abbarcare il tutto. In uno di questi sgabuzzini c’è anche un piccolo generatore di elettricità. Nella casa infatti manca sia la luce che la forza motrice. Di conseguenza, anche la pompa elettrica a immersione che dovrebbe fornire l’acqua non può funzionare. Monika dice che l’acqua la preleva tramite un tubo di gomma da un vicino, al quale dà 20 euro al mese, e la mette in piccole cisterne di plastica. Siamo circondati da gatti, alcuni socievoli, altri diffidenti, che ci guardano con aria incuriosita. Ce ne sono un centinaio, tutti fatti sterilizzare da lei, di tasca sua! Ne sbucano di continuo da ogni angolo e anfratto, vinti dalla curiosità.Passiamo all’edificio principale, dove sono custoditi alcuni dei 40 cani, i quali tutti abbaiono all’unisono con tanto di scodinzolamento festoso.
Gli altri cani sono chiusi in recinti abbastanza spaziosi, ma già pieni di pozzanghere causa la pioggia insistente. Molte cucce non sono in grado di trattenere la pioggia, e sopra queste Monika ha sistemato dei teli legandoli ai rami degli alberi. I teli fanno la conca perchè già pieni di acqua piovana.

Lo scudo di Pan in aiuto di Monika

C’è anche “l’aiutante” di Monika, un tipo dall’età indefinita, che è stato portato lì circa quattro anni fa da un Centro Sociale, con la preghiera di ospitarlo in cambio di 25 euro al mese, assicurando che G., questa l’iniziale del suo nome, l’avrebbe aiutata a tenere pulita la casa e il rifugio. Dopo qualche tempo, i 25 euro mensili non sono stati più spediti e G., più che un aiutante solerte, si è dimostrato da subito un “riflessivo meditativo”, grande fumatore e idrofobo (ovvero poco amante dell’acqua!), che rimanda sempre al giorno dopo quanto c’è da fare quotidianamente. L’unico motivo per il quale Monika non l’ha rispedito al mittente è che G. ama veramente gli animali e fa loro una grande compagnia.Monika, che ha 68 anni, per quattro mattine alla settimana si reca a Pisa a fare la questua, o se preferite a chiedere l’elemosina, per raccogliere denaro e sfamare così i suoi animali.
Gli altri tre giorni alla settimana… (avevamo promesso a Monika di non svelarlo, ma personalmente ritengo sia più giusto che lo si sappia, per avere un quadro esatto della situazione, e mi assumo la responsabilità per la parola non mantenuta) gli altri tre giorni Monika li passa in ospedale, dove viene sottoposta a dialisi!! Questa donna, sfinita nel fisico ma non nello spirito, ha un carattere di ferro e un coraggio leonino.Penso vi chiederete, come noi ci siamo chiesti, come mai il comune di Vico Pisano non aiuta questa donna che toglie randagi dalla strada e, nel limite delle sue possibilità, li cura e li sfama. Questo bisognerebbe chiederlo al Sindaco. Quello che sappiamo invece, informati da Monika stessa, è che il Comune le ha intimato di abbattere i recinti che ospitano i cani perchè non previsti dal Piano Regolatore e perchè fuori norma.
Non ottenendo alcuna risposta da Monika, il Comune ha pensato bene di segnalare il fatto ai Carabinieri, i quali hanno inviato i N.A.S. per riscontrare tutte le irregolarità lì presenti, con tanto di denuncia e verbale scritto.
Lo scudo di Pan in aiuto di Monika
Così Monika si troverà prima o poi a dover difendere le sue creature in Tribunale.Penso di aver raccontato fedelmente quanto da noi visto a Lugnano. Prima di andarcene, abbiamo voluto farci fotografare accanto a questa donna, degna di tutto il nostro rispetto e la nostra ammirazione, che da sola, tra il disprezzo generale conduce una lotta impari.Ora, se volete, potete dare anche voi un piccolo aiuto a Monika. Non trinceratevi dietro a un “Ora non posso, ho troppe spese a cui pensare… Se ognuno di voi che ha letto questo resoconto mandasse anche solo pochi euro, Monika potrebbe risolvere tanti problemi che la affliggono (tranne la sua salute, purtroppo).Grazie per quello che potrete fare per lei.

MONIKA JOHNSON-BOHRINGER,
banca CREDEM di Lugnano
codice IBAN: IT18 T030 3271 2100 1000 0030 136

Lo scudo di Pan in aiuto di Monika
Lo scudo di Pan in aiuto di Monika
Lo scudo di Pan in aiuto di Monika
Lo scudo di Pan in aiuto di Monika
Lo scudo di Pan in aiuto di Monika
Lo scudo di Pan in aiuto di Monika

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com