E’ facile, in questo periodo dell’anno, trovare dei cuccioli di gatto già svezzati in stato di abbandono o che girovagano per le strade, sulle loro giovani zampette, in cerca di un po’ di cibo… Spesso questi gattini sono un po’ malridotti, e altrettanto spesso sviluppano malattie agli occhietti.
Gli occhi dei gatti sono estremamente delicati e soggette a varie patologie, da una semplice congiuntivite a forme più serie di clamidia o di herpes, che se non curate tempestivamente possono portare alla cecità il povero micio.

Nel caso che qualche anima buona volesse aiutare questi micetti in difficoltà, la nostra impareggiabile Mariapia dello Scudo di Pan, ci dà alcuni consigli per affrontare la situazione.

  • Avvolgere il gattino in un vecchio asciugamano; questo gli impedirà di graffiarvi mentre gli somministrate la cura, che può essere fastidiosa, e soprattutto lo terrà ben fermo, in modo che non si possa far male accidentalmente durante l’operazione.
  • Con grande delicatezza, pulite gli occhietti dalle incrostazioni usando una garza bagnata con acqua o camomilla tiepida, cercate di rimuovere il materiale e lo sporco che circondano le palpebre, senza forzare mai.
  • Probabilmente gli occhi rimarranno chiusi, per il gonfiore e l’irritazione; procuratevi una pomata antibiotica oftalmica e, direttamente dal tubetto, fate scivolare tra le palpebre uno strato di medicamento.
  • Se gli occhietti sono semi-aperti, fate scivolare (sempre con grande delicatezza!) la pomata direttamente dentro le palpebre.
  • In ultimo, chiudete le palpabre con le dita ed eseguite un leggerissimo massaggio, in modo che la pomata si spanda all’interno dell’occhio, dove comincerà a combattere l’infezione.
  • In tutta questa operazione state attenti a non toccare le delicate zone dell’occhio con le mani, in quanto è facile portare ulteriori batteri in una situazione già infiammata. Ovviamente state attenti a non toccare la cornea col becco del tubetto.
  • Non fatevi impressionare dai lamenti del micetto, a cui molto probabilmente state salvando la vista!
  • Nel caso non si notino miglioramenti dopo un paio di giorni, sarebbe davvero opportuno fare una visita dal veterinario.
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com