Ajace

Siamo tristi di comunicare a tutti i nostri amici che nei giorni scorsi il nostro Ajace ci ha lasciato.
Purtroppo il suo carattere non l’ha mai reso adatto ad un’adozione, ma era con noi da tanti anni: lo Scudo di Pan era la sua casa.
Ciao piccolino, ci mancherà la tua grinta!

Fumo

Cari amici,
purtroppo Fumo è venuto a mancare sabato scorso.
Lo Scudo di Pan è stato la tua famiglia in questi anni, caro vecchietto, ma hai sempre avuto qualcuno che pensava a te, che si è curato del tuo benessere e ti ha dedicato un amore speciale.
Ciao piccino!

Questa era la sua storia:

23/11/2016

Fumo è ormai un “nonnetto” ma è stato un gatto di colonia per anni, una brava signora tedesca badava a lui e ai suoi tanti compagni… Un giorno la signora dovette tornare a vivere in Germania, ma Fumo nel frattempo era diventato quasi cieco e lei non se la sentì di lasciarlo per strada, seppure sfamato da un’altra signora. Così, tanti anni fa, il micione arrivò allo Scudo di Pan, dove da allora vive in un ambiente protetto e sicuro.

Ormai Fumo è davvero vecchio, avrà sui 15 anni, ed è completamente cieco, ma per il tempo che ancora gli resta da vivere (e speriamo sia lungo) è felice che qualcuno abbia pensato a lui per un’adozione a distanza!

fumo

Leo

Purtroppo Leo è volato sul ponte dell’arcobaleno. Ci dispiace così tanto piccino…speriamo almeno di averti permesso di sentirti accudito e amato in questi ultimi mesi…

29/03/2017

Eccovi, finalmente venite a trovare anche me. Sono qui, nella suite, assieme a Balù, ma devo dire che mi annoio un po’, sempre solo con lui: che noia che barba, che barba che noia…
Vi dirò un po’ di me: vengo dal Casentino, e ho un sacco di acciacchi, ma soprattutto sono Felv positivo. Il mio sguardo severo vi scruterà con attenzione appena metterete piede nella nostra stanza e quando incontrerà i vostri occhi, ne sono sicuro, non vi importerà più tanto se il mio pelo non è lucido, se ho un po’ di raffreddore e se non sono propriamente un gatto da sfilata: mi vorrete bene, perché sono saggio, paziente, e si vede chiaramente, diciamocelo, la parentela con il re delle foreste, che mi da il nome!

 

 

Merlino

Il nostro Merlino, anche lui, non c’è più.
Mai sazio di coccole, presenza dolce del recinto. Una creatura delicata. Ciao piccino...

Questa era la sua storia:

Merlino è un gatto dallo sguardo ammaliatore, color oro intenso, e dal pelo candido.
Era stato trovato in un cortile, a Benevento, ed era stato accolto da una famiglia che si è subito affezionata a lui, visto il suo buon carattere. Sì, perché Merlino è un micio davvero molto buono.
La sua “mamma umana” si è accorta che aveva qualche problema alle orecchie, problemi che si presentano spesso per i gatti bianchi, ed ha provveduto a farlo operare per arrestare la malattia.
Durante le analisi Merlino è risultato Fiv positivo (se volete saperne di più leggete l’articolo). La sua famiglia aveva altri gatti e, a malincuore, ha dovuto separarsi da lui; per garantirgli l’accoglienza presso Lo Scudo di Pan non hanno esitato ad accompagnarlo fino ad Arezzo. 
Merlino è sempre in cerca di una carezza, e vi aspetta nel recinto Fiv!

MERLINO fiv

 

Wip

😢Wip ci ha lasciato.
Ciao piccolo dolce sfortunato cagnolino,grazie per averci insegnato a non mollare mai,grazie della tua compagnia e della tua voglia di vivere e cercare coccole.
Ci mancherai tantissimo.

Questa era la sua storia:

04/01/2013

Già da alcuni giorni, nel maggio del 2010, circolava freneticamente tra le varie associazioni animaliste e volontari autonomi l’appello per trovare casa a un cane di piccola taglia, di nome Wip, rimasto paralizzato perchè investito da un’auto. Wip, originario di Napoli, si era trasferito assieme alla famiglia che lo aveva adottato da cucciolo nella città di Pisa, dove poco tempo dopo venne travolto in una via del centro, riportando gravi lesioni alla spina dorsale. Wip veniva infatti lasciato girare da solo per strada. Soccorso dai passanti e portato subito da un veterinario, si potè risalire grazie al microcip alla famiglia adottante, la quale famiglia si disse subito impossibilitata a poter accudire un cane paraplegico.

Entra in scena a questo punto una autentica amante degli animali, la signora Roberta, la quale si accollò immediatamente tutte le spese per le cure e le terapie da fare a Wip, nella speranza che potesse riprendere anche parzialmente la sua autonomia, terapie che sono durate oltre tre mesi. Nel frattempo Roberta lanciava a tutte le associazioni animaliste un appello per la definitiva adozione della sfortunata quanto simpatica bestiola.
Giunta notizia a Lo Scudo di Pan, nella cui casa-rifugio erano ospitati già tre cani paraplegici, la segreteria si metteva in contatto con Roberta per dare la sua disponibilità all’accoglienza permanente di Wip, che da quel momento vive con noi e attende, magari, un’adozione a distanza!

FELICIA

Purtroppo Felicia ci ha lasciati questa settimana.
Ci mancherai piccina, il tuo sguardo benevolo su di noi mentre lavoravamo, l’attenzione con cui seguivi i nostri movimenti e la cura con cui sceglievi i luoghi per i tuoi pisolini…Ciao Felicia, ora ci guarderai da più lontano, in un luogo che, siamo sicuri, è baciato da un raggio di sole.

Questa era la sua storia:

Felicia è una bella gattona di circa 7/8 anni, in forma e in salute, e viene da Roma. Viveva in una colonia vicino ad uno degli aereoporti della capitale, ma era un posto poco sicuro e molto trafficato… Così Felicia è emigrata ad Arezzo, e precisamente allo Scudo di Pan!
Adesso vive serenamente nel recinto insieme agli altri ospiti felini, e sorniona guarda il viavai di volontari, studiando tutti con attenzione ma senza concedersi troppo…

 

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com